(1 - 200)
DETTI, PROVERBI
            E
FILASTROCCHE

       in uso in

      S I C I L I A
                       
 

1) Amicu cu tutti e fideli cu nuddu

Amico con tutti, fedele a nessuno

 

2) Tu po' figghiari e jiri a nurrzza

Puoi crepare piuttosto che ...
(nurrizza=balia)

 

3) Nun avri figghi e chinciri niputi

Non avere figli e piangere nipoti

 

4) A cu' pi figghi s'ammazza
'ntesta sia datu cu 'na mazza


Stolto chi si sbatte pi di tanto
per i figli

 

5) Di figghi msculi nun gudri
di li fmmini nun ti dulri
pirch nun sai zoccu havi a vinri

Non godere dei figli maschi e non
dolerti delle femmine, perch non
sai cosa ti riserva il futuro

 

6) La figghia comu allivata
la stuppa comu filata

La figlia cresce come la stoppa,
cresce bene se allevata bene

 

7) Lu figghiu troppu 'mmizzigliatu
crisci malucritu

Il figlio troppo coccolato cresce
irriconoscente

 

8) La figghja 'ntra li fasci
e la dota 'ntra li casci

Prepara la dote mentre la figlia
ancora in fasce

 

9) Di li figghi fmmini,
una pocu,
dui su jocu,
quattru 'un hannu locu


Una sola figlia poco,
due sono un diletto ma quattro
non si sa dove metterle

 

10) Oggi 'n figura, dumani 'n sepultura

Oggi vivi, domani morti

 

11) Cu' havi pitittu du filari
fila cull'anchi di lu cani

Chi ha voglia di fare, sa trovarne
il modo giusto

 

12) N fimmini, n tila
a lustru di cannla

Non giudicare a lume di candela
perch le donne paion pi belle

 

13) A la fmmina massra,
gurdacci la scala


Se la scala pulita, fa onore
alla donna di casa

 

14) Tira cchi un pilu di fmmina
ca centu parcchi di vi


Tanto potente la donna nella societ


15) Fimmini e birrtta, tenila stritta

Guardatene bene

 

16) Fimmina barbuta, di luntanu la saluta

Stalle lontano

 

17) Fmmina di tilaru, gaddna di pullaru
e trigghia di jinnru

Son le pi buone

 

18) Fmmina chi va ad ogni festa
e mulu chi vivi ad ogni funtana
nun su mai boni


E' chiaro

 

19) Fmmini e frumentu nun perdinu mai tempu

Ragazza che dura non perde ventura

 

20) Cu' nun sapi fingiri nun sapi rignari

Bisogna spesso saper fingere

 

21) O ti manci sta minestra
o ti jetti di sta finestra

O cos, o cos

 

22) A lu fini si canta la gloria

Aspetta l'esito

 

23) Nun jri circnnu fincchi di timpa

Non cercare cose non comuni,
inutili o pericolose

 

24) A firrru nun tuccari,
a spizili nun tastari

Dal fabbro ti potresti bruciare
dalllo speziale avvelenarti

 

25) Jrisi firrinnu casa casa

Perdere tempo inutilmente

 

26) Mmenzu li galantomini spiru lu firrilu

(firrilu=mantello)
Imbroglio fra persone oneste

 

27) Lu valenti mori 'mmanu di lu fitenti

A volte lo spaccone ucciso
da un nonnulla

 

28) Cu' havi fitti nun dormi

Chi ha pensieri non dorme

 

29) Mttirisi fittu e 'ncttu

Stare alle costole di qualcuno

 

30) Nun avri cchi n locu n focu

Non avere pi n luogo n fuoco

 

31) Pigghiri lu focu
cu la granfa di la gatta

Far fare ad altri le cose pi pericolose


32) Livrisi di lu focu
e cdiri 'nta la braci


Di male in peggio

 

33) Cu' happi focu campu
e cu' happi pani muru

Tanto necessario il fuoco

 

34) Ogni gran focu cumenza di pocu
Pcciula fadda fa gran focu

Una piccola scintilla a volte
fa un gran fuoco

 

35) Cu' fa focu di canni e di pagghia
perdi lu tempu e maluri cunsgghia

Chi fa fuoco di paglia piglia
solo fumo e non combina altro

 

36) Cu' nasci foddi nun guarisci mai

Evidente

 

37) Lu focu forti facili s'astta

Nel morale soprattutto

 

38) Fori di nostri pudi
e unni sbatti sbatti


Frase alquanto egoistica
(Fuori dalle scatole!)

 

39) Unni cc' forza e dinari
la raggini nun vali


Chiarissimo

 

40) Sbirri, bagasci e cani,
quannu su' vecchi morinu di fami!

Quando diventano vecchi nessuno
pi li degna di uno sguardo

 

41) La donna spissu si lamenta e doli,
e si fa malata quannu voli

La donna si duole e s'ammala
quando vuole

 

42) Nun su li donni chi nun gustanu,
su li dinari chi nun bastanu


Di chi non si contenta della dote
bench gli piaccia la donna, ma
si lascia perch cara

 

43) Donna senza onuri,
rosa senza oduri

Chiaro

 

44)
Fmmina a diciott'anni,
o la mariti o la scanni


oppure

Fmmina a dicittu e
msculu a vintttu


Let giusta per il matrimonio

 

45) Unni la donna guverna,
la paci nun ci sverna

In casa non c' pace, quando
gallina canta e gallo tace!

 

46)
Ogni donna e ogni vacca,
havi qualchi tacca


Non vi donna senza macchia

 

47)
Donna chi troppu nsci pi la strata,
prestu perdi la strata e cuntrata


Le donne non vadano ozieggiando
per strada: si perdono

 

48)
Cu' havi creditu a bagasci,
perdi l'anima, corpu e 'mpuvirsci

Le bagasce fanno tutto per finzione


49)
Cu s'avanta cu la s vucca
o asinu o cucca


Chi si loda, s'imbroda

 

50)
Un cuntu fa lu scccu
e n'antru nni fa lu vurdunru


Quando uno crede d'aver fatto da
s, e invece dipende da altro

 

51) Sordi di iacu, scrivili ddacu !

Scordateli!

 
 

52) A li pinni ed a lu cantu,
si canuscinu l'acddi,
e a lu parrri li boni cirivddi

Al canto l'uccello, al parlare il cervello

 

53) Quannu si canta e si frisca,
signu ca la spisa si vsca

E' verissimo

 

54) Oggi tuttu e dumani cantacccu

Oggi leone, domani coglione

 

55) Cu' havi dinari ed amicizia
nun havi timuri di la giustizzia

Evidente

 

56) Megghiu pcca gudri,
ca assai trivuliri

Meglio poco godere che assai
tribolare

 

57) 'Ntra d'ddi, comu li zrbi

Quando alcuni se la intendono
solo tra loro

 

58) Impara i, chi si aspetti a dumani,
mai nenti sapiri

Bisogna imparare a tempo

 

59) Quannu lu to' vicinu havi beni,
quarchi ciuru ti nni veni

Quando si vicini a fortunati o
ricchi, si gode di qualcosa

 

60) La sancisca mai lassa di sucarj,
si mai si 'ngrassa


Evidente

 

61) Cu' voli sapri chhiu' chi nun dvi,
pi mattu si fa tinri

Chi vuol soprassapere,
per matto si fa tenere!

 

62) Di lu sapri, si veni all'avri

Chi sa, ha.

 

63) Dammi senza cuntrimi misi ed anni,
cuntami li spsi num mai li msi

E' il porco che parla: non guardare i mesi
che ho, ma come mi hai mantenuto


64) Nun si po' lamintari d'ingannu,
cui pi mmstra compra lu pannu

Pero' la "mostra" (misura)
spesso inganna

 

65) La morti nun porta rispettu,
a nuddu la pirduna,
nun la pirduna a Cristu,
nun sparagna re di Francia
n re di Spagna

La morte non risparmia nessuno,
neppure il re di Francia o il
re di Spagna

 

66) Nun cc' mortu senza cntu,
nun cc' zita senza chintu

Non piange mai uno che non
ridesse un altro

 

67) Vegnu di lu mortu e mi dici ch' vivu?

Di chi viene contrastato su una
cosa che ha veduto o saputo

 

68) A la casa di lu 'mpsu
nun si po' appnniri l'agghialru


Non rammentare certe cose che
suscitano irritabilita'

 

69) Accatta d'impsu e vinni d'ammazztu

Baratta con guadagno

 

70) Centu minni vaccni,
vannu pi milli picurni

La poppa di vacca d pi di
molte poppe di pecora

 

71) La mnnula ciursci
e la fmmina 'mpazzsci


Quando il mandorlo fiorisce,
la donna s'innamora

 

72) Bonasra, pedi di ficu!

Non vi alcun rimedio

 

73) A tempu di ficu,
nun c' n parenti n amicu


Ognuno pensa per se


74) Aspittri chi chivinu ficu e pssuli

Aspettare le lasagne in bocca

 

75) Cui pi ancivi, cui pi tunnna,
tutti fitmu, signura cucna!

Nessuno senza vizi

 

76) La festa si f quannu veni,
chi quannu si f poi, nun si fa beni

Ogni cosa secondo le occasioni

 

77) Nun sapi beni cumannri
cu' nun sapi beni fari

Per apprezzzare bisogna conoscere

 

78) Cumnna e vacci tu !

Chi vuole, faccia da se

 

79 La cicaledda rauca, 'ntra l'arvuli
e li spichi, cu lu so zichi, zichi,
nn'annunzia l'est


La cicaletta rauca tra gli alberi
e le spighe ci annunzia l'estate

 

80) Ti saltu, ccca!

Addio, tutto finito

 

81) Chiancti piccirddi,
ca la mamma vi l'acctta

Cos dicono i venditori di giocattoli


82) Ad ogni acddu, lu so nidu beddu

Ovvio

 

83) Di cappddi e malu passu,
dinni beni e stcci arrssu !


Dei "galantuomini" parlane bene
ma stanne lontano

 

84) Cavddu chi mancia, attccalu curtu!

Tieni sotto controllo chi abusa

 

85) Ognnu hvi lu so chivu,
cu' l'hvi vcchiu, cu' l'hvi nvu

Ognuno ha la sua croce

 

86) Cu' voli cuntnti lu so' cori,
ama li so' criatri


Chi vuol contento il core,
ami il suo creatore

 

87) Cu' havi la cuda di pgghia,
si spgna di lu focu


Chi ha coda di paglia, ha
sempre paura che pigli fuoco

 

88) Cu' havi clu, cunsdera !

Si dice quando si ode un peto

 

89) Cu' nun havi cutddu
nun mangia cardna

Chi non ha mezzo, non pu fare

 

90) Cu' voli diri chddu chi cc piaci,
sintira' chddu chi nun ci piaci

E' chiaro


91) Cu' pgghia la donna pi la parola,
comu pigghissi l'ancdda pi la cuda


Chi piglia l'anquilla per la coda
e la donna per la parola, pu
dire di non tenere nulla

 

92) Fa comu la pirnci,
chi s'ammccia la testa e tutta pari

Di chi si crede nascosto e non
lo affatto

 

94) Canta la pirnci a lu chiarchiru,
carra ligna a lu so' pagghiru

Sentenza agricola

 

94) Cu' s'amnmccia darrri lu jditu,
tuttu pari

Bisogna sapersi nascondere e non
prendere deboli scuse

 

95) Ammtula t'allsci e fa' cnnola,
bdda cci vo' vinri di natura

Invano t'agghindi: bella si nasce

 

96) Essiri comu lu catu e la senia

Andare sempre insieme
(senia= ruota su cui avvolta
la fune attaccata a varie secchie
(catu) per tirare su l'acqua)

 

97) Li criti si nun su' tuccti, s maniti

(criati= fantesche)
Misera sorte di chi soggetto


98) Pampina assomiglia a trunzu

Per dire che due cose sono simili

 

99) Li mcchi hannu l'occhi
e li mura hanno l'orcchi

Non bisogna fidarsi a parlare,
qualcuno pu trovarsi nascosto

 

100) Parenti chi nun ti duna,
amicu chi nun t'impresta,
filu comu la pesta


Sa di scroccone

 

101) Frati, cimi e parrni,
su' tri mali vicini


Frati, fiumi e preti sono tre
cattivi vicini

 

102) Monaci e parrni,
vricci la missa e stccacci li rni,
parrni, monaci e surdati,
'un cci avri a chi fari
e dnacci lignti


Pare che in queste categorie il
popolo intravveda le piaghe sociali

 

103) Cu' s'ammazza cu li so' manu,
nun sia nuddu chi lu chiancia


Chi cos vuole, cos abbia

 

104) Lu malu chi t'amminzza, t'ammazza

Alla fine segue la cosa minacciata

 

105) D'amminazzu nun timri
di prumissa nun gudri

Di minaccia non temere
di promessa non godere

 

106) Cu' s'ammccia darrri lu jditu, tuttu pari

Bisogna sapersi nascondere e non
prendere deboli scuse

 

107) Avri l'anni di la 'nzolia o di la cucca

Essere vecchissimo

 

108) Si nun stai supra di cu' l'api tgghia
sarai prestu riduttu a pani ed gghia


Si presente quando si raccoglie
il miele, se non vuoi impoverire

 

109) L'apa cogghi lu meli
e lu lapuni si l'agghitti


Chi lavora, purtroppo, muore di fame

 

110) Cu' riccu d'api e di jumnti
riccu e 'un n'havi nenti

Chi ha api ed armenti non
sicuro di possederli

 

111) Riccu d'api e d'armnti,
riccu di nenti

Come sopra

 

112) Cu' riccu di jumnti e d'api,
riccu e nun lu sapi

E' ricco e non lo sa


113) Si l'api pascssi 'nta lu salvini,
lu fasciddru sarssi barni

Se l'ape pascolasse tra la salvia
l'agricoltore sarebbe un barone

 

114) Aprili fa li ciri,
e mju nn'avi l'onri

Aprile fa il fiore e maggio ne ha lonore


115) Quantu v un'acqua di maju e d'avrli,
nun vali un carru cu tutti li vili

Val pi un'acqua tra aprile e
maggio che i bovi con il carro

 

116) Aprili, quannu chianci quannu ridi

Aprile, quando piange quando ride

 

117) Aprili chiuvsu, maggiu vintsu
annu fruttsu

Aprile piovoso, maggio bello,
anno fruttoso

 

118) Cu l'aratru 'un tardari e cu li vi,
a fari prestu li facenni ti

Non tardare coll'aratro e con i
buoi ad uscir presto dai lavori tuoi

 

119) Quannu la casa di lu t vicinu ardi,
lu t mali vicinu

Quando brucia nel vicinato, porta
l'acqua a casa tua

 

120) Bttiri ad armi e jittri coppi

Mostrare di fare una cosa e farne
un'altra

 

121) Aria d'invernu e piccirddu 'nfasciatu,
a chi nettu a chi cactu

Seren d'inverno, pioggia d'estate
e vecchia prosperitate, non duran tre giorni

 

122) Aria di finestra, colpu di balstra

Aria di finestra come un colpo di balestra

 

123) La megghiu cosa chi tu p fari,
pensa chi l'arma ti v salvari

Beato quel corpo che per l'anima
lavora

 

124) Lu Signri nun senti l'ncili cantri

voli sntiri l'asini arragghiri ?


Raglio d'asino, non arriva in cielo

 

125) Cu' nun ha arrictu li pcuri astra,
nun arricgli n pcuri, n lana

Bisogna provvedere per tempo alle cose

 

126) Arrimna e tsta !

Chi mesta, gode!

 

127) Arrigurdri li morti 'ntvula

Dire cose a sproposito

 

128) Arriminrisi comu lu scravgghiu
'nta la stuppa

Essere come il pulcino nella stoppa

 

129) Cu' 'un arrsica, 'un'arrsica

Chi non rischia, non rosica

 

130) Cu' arrbba fa un piccatu,
cu' arrubbatu nni fa centu

Chi ruba pecca meno di chi viene
derubato

 

131) Megghiu 'na vota arrussicri
ca centu voti aggiarniri

Meglio una volta arrossire che
cento impallidire

 

132) Sgnu arsu di l'acqua cuda,
veni la fridda e mi scuda

Chi scottato da qualche acci-
dente, si agita per ogni cosuccia

 

133) L'artru si nun si guasta,
nun si consa

Nessun bene senza male e nessun
male senza bene

 

135) Cu' nun sapi l'arti, chii puta!

Chi non conosce bene l'arte,
chiuda bottega
 

 

136) Cu arti e cu 'ngannu,
si campa menz'annu,
e cu 'ngannu e cu arti,
si campa l'atra parti

Con arte e con inganno,
si vive mezzo anno;
e con inganno e con arte,
si veve l'altra parte

 

138) Arvulu richianttu,
mai lu trvi carrictu

Albero ripiantato mai di frutti caricato

 

139) Arvulu pecca e ramu ricivi

I figli dei figli piangono i
peccati dei padri...

 

140) Cu' nun p all'asinu, duna a la varda

Chi non pu dare all'asino, da
al basto (vardedda)


141) Asinu puta e Diu fa racna

Quando si fan le cose senza saperlo
e talvolta riescono

 

142) Ad arvulu cadutu, accetta, accetta!

Tutti sogliono contrariare chi
degradato

 

143) L'asinu porta la pagghia
e l'asinu si la mancia

Faticare per s

 

144) L'asinu crisci e la varddda accrza

A chi cresce di statura ed i
vestiti non gli stanno pi

 

145) Cu si teni e 'un' tinutu
un asinu vistutu

Chi si battezza savio, sintitola matto

 

146) Cu' cchi asinu,
cu' mancia pani
o cu' cc lu duna a manciari ?

Chi il grullo: chi ne dice
o chi ne crede?

 

147) L'asinu quannu arrgghia,
o voli oriu o voli pagghia

Per coloro che gridano o
reclamano qualcosa

 

148) L'asinu ch'avi fami,
mancia d'ogni strami


L'asino che ha fame, mangia di tutto


149) Cu' lava la testa all'asinu,
perdi lu sapni e la lisca

Chi lava la testa all'asino,
perde il ranno ed il sapone

 

150) N asinu senza vastni,
n cavaddu senza spirni

Buon cavallo e mal cavallo,
vuole sprone

 

151) Cu' asinu caccia e buttna mina
nun nesci mai di pina

Chi asino caccia e buttana mena,
non esce mai di pena

 

152) Mgghiu asinu vivu chi dutturi mortu

Chiarissimo

 

153) L'asinu si cansci a l'aricchi,
e lu pazzu a lu parrri

Al ragliare si vedr che non un leone

 

154) Aspittari e nun vinri,
cosa di muriri

Aspettare e non venire doglia
da morire

 

155) Omu assalttu menzu pigghitu

Uomo assalito mezzo preso

 

156) Nuddu si piglia chi nun s'assimglia

Chi si piglia, si somiglia

 

157) Vidirislla di l'stracu

Vedersela da lontano

 

158) Astutri li mecci a unu

Spegnere qualcuno, ucciderlo

 

159) Att ca nun trasru li nobili
e vulvi trsiri tu ?

Non sono entrati i nobili e vuoi
entrate tu!


160) Cu' assai prumetti, pocu attnni

Chi promette molto, mantiene poco

 

161) Li lacrimi di l'audienti,
su li laudi di lu pridicatri

Le lacrime degli ascoltatori sono
vere lodi per l'oratore

 

162) Audi, vidi e taci
si voi campari 'npaci

Se vuoi vivere in pace....

 

163) Scrusciu di carta senza cubbita

Molta apparenza, nessuna sostanza

 

164) Cu' d'avanti ti pinci,
d'arrri ti tinci

Chi ti loda in presenza,
ti biasima in assenza

 

165) Cu' nn'appi nn'appi,
cassateddi di Pasqua

Chi ha avuto, ha avuto ...

 

166) Spnni cchi l'avaru ca lu sfragru

L'avaro spende pi del liberale

 

167) Si nun bdda, vitdda

Chi bada pi al sodo che all'apparenza

 

168) Cu' nasci bdda, nasci maritata

Chi nasce bella, nasce maritata


169) Cu tutti cosi si jca,
fora ca livari la birritta a lu tignusu

Non sta bene scoprire i vizi o
dir cose spiacevoli ad altri

 

170) Birritta canusci cajula !

Un diavolo conosce l'altro

 

171) Mai 'ntra la fudda la birritta persi

Non mi sono mai confuso

 

172) Parru Seneca e dissi cacca!

Dire uno sproposito con arroganza

 

173) Lasstimi stari pi li cncari mei

Lasciatemi in pace

 

174) Mentri lu cani piscia
la lebbri si ni v

Chi non sollecito perde le occasioni

 

175) Cu' cu cani si curca,
cu purci si leva

Chi pratica con uno, se ne prende
vizi e virt

 

176) A cani frustri, tutti cci abbaianu

A can che fugge, dagli, dagli..

 

177) Cu' duna lu pani a lu cani straniu
perdi lu pani e perdi lu cani

Non bene largheggiare con chi
vi pu nuocere

178) Ogni cani lini a la so' casa

A casa propria ognuno vale di pi

 

179) Quannu lu cani vecchiu
la vurpi cci piscia di supra

Quando la forza vien meno, tutti
sono buoni ad approfittarne

 

180) Tantu lu cani joca cu la pezza
fina chi la strazza

Certe cose maneggiandole si guastano,
cos nel morale

 

181) Cani affamatu nun temi vastni

Cane affamato non teme bastone

 

182) Quannu ci tanti cani supra un'ossu,
lu megghiu chi tniti arrssu !

Dove c' pericolo stanne lontano

 

183) Pigghiri la cannata di lu funnu

Vuotarla

 

184) Irisnni 'n canndda

Aver la diarrea

 

185) Oggi tuttu e dumani cantacccu

Oggi leone e domani coglione

 

186) Quannu si canta e si frisca
signu ca la spisa si vsca

Vero

 

187) A li pinni e a lu cantu
si canuscinu l'acddi,
e a lu parrri li boni cirivddi

Al canto l'uccello, al parlare
il cervello

 

188) Oggi in cantu, dumani in chintu

Oggi in canto, domani in pianto

 

189) Ora chi cc capa stu scoppu ?

A chi abbia stranamente fallato

 

190) Ogni capiddu addivnta un travu

Quando per piccole cose se ne fa

una tragedia

 

192) Si facissi cappddi e birritti
l'omini nasciranu senza testa

Quando uno ha la fortuna avversa

 

192) Cu lu cappddu chi haiu,
ti pozzu salutari !

Non ci posso fare niente

 

193) Crditu nun datu, suli d'invrnu,
nuvuli di stati,
di donni amuri e carita' di frati

Seren d'inverno, nuvolo d'estate,
e vecchia prosperit, amore di
donna e carit di frate

 

194) Carni fa carni, pani fa panza,
e vinu fa danza

Carne fa carne, pane fa sangue e
vino mantiene

 

195) Essiri cu li carni e li capddi

Essere miserrimo

 

196) A tali carni, tali cutddu

A ognuno quel che va

 

197) A carni di lupu, denti di cani

A carne di lupo, zanne di cane

 

198) La carni di l'omu si mangia
cu la sarsa di lu meli

Nelle vendette o in cose simili,
si mangia

 

199) Carriri l'acqua a li morti

Andare di male in peggio

 

200) A dinarddu, a dinarddu,
si fa lu carrinddu

A quattrino, a quattrino si fa
il fiorino