SON TORNATI A CANTARE

Son tornati a cantare
i pettirossi sulle siepi
di ligustro
tra le purpuree bacche,
e pigolando saltellano felici
sui rami di ciliegio senza foglie;

son tornati
a danzare armoniosi
i canarini sulle verdi foglie
del biancospino.

Tra i cespugli
in germoglio
scriccioli, merli e fringuelli
leggiadri saltellano
come api in continuo
viavai dal favo
ai pistilli odorosi.

Anch'io son tornato
al mio nido natio
col cuore in subbuglio.

Il mandorlo ho visto
adornato di candidi fiori,
il corto orizzonte di sempre,
i vecchi le mani conserte nel grembo
al frusciar d'una foglia protesi,
del borgo le case di lucido gesso,
d'infanzia gli amici fraterni.

Ho sentito la cinciarella,
di giallo adornata e di blu,
pigolare sui rami
del bel melograno
che tra poco, di rossi fiori adornato,
darÓ vita alla morta natura.

E nel mio cuore Ŕ giÓ primavera.