PICCOLO VOCABOLARIO SICILIANO
              (vecchie parole ormai fuori uso comune

A B C D E  F    G H  I  J K L M  N O P Q R  S  T  U V  W  X Y    Z

SICILIANO

ITALIANO

ETIMOLOGIA

P
P

Pagnu filo per disegnare un cerchio (o la volta di un forno)  
Palumma colomba  
PampŔra visiera del berretto  
PÓmpina foglia (di ficu, di racýna)  
Panaru contenitore a forma cilindrica fatto di canne (pi¨ piccolo di cufinu)  
Papa
   

    
papa, il capo della chiesa cattolica



M¨artu un papa, 




si nni fa 'nautru!
 
PapÓ....... seguito dal nome indica nonno
PapÓVitu, PapÓFedericu
 
Papacýna Briciole, a pezzettini
Ridurri a papacýna = Ridurre in poltiglia
 
Paparina

 

   
indica sia la pianta che il seme di papavero (seme piccolo e nero)
messo a cuocere sul pane emana un buon odore
La scorza di paparina, bollita in acqua, si usava come calmante e contro l'insonnia dei bambini, vera e propria droga!
La pianta Ŕ caratterizzata da un fusto eretto, alla cui sommitÓ compare un unico grande fiore di colore variabile dal bianco al violetto, ma pi¨ comunemente di un bel rosso vivo. Le foglie sono alterne, grandi e con il margine dentato. La fioritura si verifica tra giugno ed agosto; i frutti sono delle capsule contenenti numerosi piccolissimi semi di colore grigio-nero. Nellĺoppio, che si ottiene dalle capsule immature, sono contenuti diversi alcaloidi come morfina, codeina e papaverina, con proprietÓ sedative rispettivamente nei confronti del dolore, della tosse e degli spasmi muscolari.
Papaver sonniferum
Papanzicu cicala, cavalletta  
Papanzicula essere in equilibrio un po' precario, giocare a papanzicula (altalena)  
PÓpula gonfiore con ferita (birfuca), vescica  
ParÓcculu ombrello, paracqua  
Parmýantu impianto per schiacciare l'uva e fare il vino, palmento pigmento?
Parmiggiana persiana, imposta  
Part˛ cappotto  
Passiluni oliva appassita, fico secco, frutta appassita  
Persica pesca, frutto del pesco  
Picca poco  
Picchiu contenitore cilindrico di alluminio, con coperchio e manico, per alimenti
pianto noioso e continuo, piccola cosa
Fari lu picchiu = Piangere il morto
 
Picurinu di pecora, che attiene alla pecora
Lu celu Ŕ picurinu, si nun chiovi oji chiovi dumani matinu
Celu picurinu, acqua e ventu vicinu
 
Pidalinu polone, rametto emesso dagli alberi
di bambino nato coi piedi avanti
calzino
 
Pidduzzuni parassita delle galline
schiena
TrimÓricci lu pidduzzuni = Aver paura
 
Pidiari mettere sotto i piedi, pestare  
Pidicuddu gambo, picciolo, l'attaccatura di un frutto
Tu si' la rosa ed ýu lu pidicuddu, tu si' la puddastredda e ýu lu gaddu, cu voli a týa nun voli cchi¨ a nuddu! (canzone popolare)
Lat.  pediculus
Pýditu peto, aria di panza
Jittari pidita = petare
Firriarisi comu un piditu'n braca = Non raccapezzarsi in qualcosa
Un piditu di bon sapuri = Un che di propizio da chi di solito Ŕ avverso
Fari jiri lu tempu a pidita = perdere tempo
Aviri pidita 'n testa = Avere grilli per la testa
Pigliari lu piditu cu li jidita = Di chi crede di avere fatto chissÓ che
Aduraricci macari li pidita = Essere servile
Jittari li paroli comu li pidita di li pecuri = Parlare a sproposito
Jittari pidita 'ncucchiati = Fremere di sdegno
 
Pidunetta calzini  
Pignata, Pignatedda pentola, pentolina
Secondo il Muratori, dal latino "OLLA PINEATA", ossia pentola a forma di pigna
Sp.   pi˝ata
Pignulata dolce tipico ricoperto di miele (varia da paese a paese)  
Pinna
     
penna, piuma d'uccello
Nun fari vulari la pinna ad unu = Non dargli modo di fare a modo suo
Aviri la pinna = Essere particolarmente privilegiato 

penna, attrezzo per scrivere
Scriviri comu la pinna jetta = Scrivere come viene
 
Pinnýaddu pennello per dipingere (vedi punzýaddu)
Fari 'na cosa a pinnýaddu = Farlo molto bene
 
Pinnicuni pennichella, pisolino (Fari un pinnicuni)  
Pinninu, A lu pinninu piccola penna
pendio, declivio
Cu' tant'autu lu so' carru teni, tantu cchi¨ prestu li pinnina pigghia
 
Pinnula pillola, medicinale da inghiottire
Dari 'na pinnula = Dare amarezza
Agghiuttiri 'na pinnula = Soffrire per qualcosa
 
Pinnuliari pendere, stare sospeso  
Pinnuluni grossa pillola
che sta penzoloni
il membro maschile (vedi minchia)
 
Pipi
Pipar¨allu
Pepe, peperone
Essiri tutti pipi = vivacissimo
Ognunu havi lu so pipi = Ognuno ha la sua ira
Gr:  πεπερι
Lat: piper
Pipina, Pipinu madrina, padrino (di battesimo o di cresima), dicesi anche agli zii  
Pipitari fare parola
Nun pipitari = Tacere
 
Pipitosciu montagnetta, mucchio  
Pipituni
     
uccello, ¨pupa  
Pipýu
       
tacchino  
Pirciari bucare da parte a parte, perforare
PirciÓrisi la testa = lambiccarsi il cervello, scervellarsi
 
Pirinedda piccola lampada votiva  
Piripacchiu vulva
carta avvolta in modo che percossa nell'aria scoppi
 
Piripicchiu
   
giuoco di carte (simile a "lu sceccu"), noto anche come asso coglie tutto
membro virile
idea stramba, Satari a piripicchiu
 
Pircoca albicocca  
Pirmýantu gesso cotto e polverizzato per imbiancare o murare  
Pirnici pernice, uccello grosso come una colomba, coturnice
Fa comu la pirnici, ca s'ammuccia la testa e tutta pari=credersi nascosto
Canta la pirnici a lu chiarchiaru, carria ligna a lu pagghiaru
 
Pirrera

 
miniera di zolfo, di carbone, di sale, etc.

VOCABOLARIO DELLA MINIERA

Abbassari : trasporto ( vedi vurdunara )delle zolfo ai porti di spedizione.

Acchianari : portare allĺesterno il carico di minerale. 
Prov. Acchianari chiancennu, scinniri cantannu.

Acitalena : lampada ad acetilene. Bruciava il gas prodotto dal carburo di calcio con acqua.

Agassi: grisou, miscela inodore di metano, anidride carbonica, ossigeno e azoto.

Agru: acido solforoso che si sviluppa negli strati zolfiferi.

Anciulina: stare nudi o seminudi nei sotterranei.

Antimonio: grisou.

Ardiri: bruciare il minerale per ottenere la fusione dello zolfo.

Balata: pane di zolfo a forma di piramide tronco rovesciata.

Bammina : interpretare il prodotto della coagulazione dello zolfo fuso per trarne presagi. A Montedoro si diceva fare la spera.

Bigliolo: secchio di lamiera per trasportare il minerale.

Briscale: sostanza bianca, indicava la presenza dello strato di zolfo.

Canna: unitÓ di misura preunitaria di lunghezza pari a m. 2,06.

CantÓru: unitÓ di misura preunitaria pari a Kg. 79,34.

Carcaruni: forno di fusione dello zolfo per autocombustione.

Carusu: addetto al trasporto interno e esterno del minerale, di solito ragazzi ma poteva durare a vita.

Discenderia: galleria di discesa per accesso ai cantieri.

Fallareddra: piccolo grembiule per coprire le pudenda.( vedi Anciulina)

Fesi. piccone a taglio e punta di medie dimensioni.

Furna: forni di fusione Gill accoppiati : pariglia,quatriglia,sistiglia,uttiglia.

GÓbbia: ascensore nei pozzi di estrazione.

GÓrbera: nicchia sotterranea ricca di cristalli allo stato quasi puro.

GÓvita: recipiente di legno nel quale si versa lo zolfo fuso. ( vedi Balata).

Ginisaru: luogo di deposito dei rosticci della fusione.

Issaru: addetto alla produzione del gesso .Sceccu di issaru .

Leva!: sospensione del lavoro; sciopero.

Marmurignu: zolfo grezzo simile al marmo.

Mintina: acqua solfurea.

Morti (la): sottile parete di gesso e pietre per chiudere lĺapertura anteriore dei forni di fusione.

Norfu: canale di scolo allĺinterno della zolfara.

Ntisa: segnale convenzionale da praticarsi nel fondo delle zolfare mediante colpi sulla roccia.

Nzurfaratu: cosparso di zolfo. Gastronomia: crastu nzurfaratu, angiovi nzurfarati.(cotti nello zolfo liquido).

Panuattu: agglomerato a forma di calotta sferica ottenuto dallĺimpasto degli sterri di minerale.

Parpagno: sagoma di legno per la costruzione dei gradini delle discese.

Partitante: gabelliere.

Picu: piccone a punta e taglio di grosse dimesione (vedi fesi)

Picuni: piccone di grosse dimesioni, specifico per estrarre zolfo,ad una solo punta e manico ovalizzato.

Pirrera: zolfara.

Pitirri: solfato acido di ferro e allumina, che trasuda da alcune rocce provocando forte prurito.

Quinnicina: paga data dopo quindici giorni di lavoro.

Riflussu: galleria di areazione dei sotterranei.

Rinchiusu: acido carbonico che si sviluppa dalle esalazioni sotterranee.

Rumanu: il contrappeso della stadera che scorre lungo il braccio maggiore.

Scaluni: gradino.Scaluni di cammara :gradino intero e scaluni ruttu: gradino rotto attuato per forti pendenze.

Sciorta. Insieme di asini,carretti o vagoncini per il trasporto dello zolfo.Gruppo di operai.

Spisaluaru: lavoratore addetto alle opere di manutenzione.

Stagliu: cottimo, estaglio.

Stirraturi: cesta di giunco o altro vegetale intrecciato, ( di metallo per la fusione nei forni Gill , sperimentato a Montedoro nel 1896).

Succursu: anticipo sulla paga data dal picconiere alla famiglia del carusu al momento dellĺingaggio.

Surfararu: minatore di zolfara.

Surfaru: zolfo.

Tripuli: farina fossile sottostante lo strato del minerale.

Trubbu: calcare bianco che sta al tetto della formazione solfifera.

Tummari: misurare lo zolfo.

UÓgliu: zolfo fuso prodotto dalla combustione.

Urgata: colata abbondante di zolfo fuso.

Vamparotta: principio di incendio nelle gallerie.

Virrina: vite senza fine usata come trivella a mano per praticare i fori da mina.

Vucca: entrata della miniera.

Vurdunaru: vetturale. Trasportatore del minerale con una sciorta di asini.

Zubbiu: voragine, cavitÓ naturale che inghiotte le acque.

 
Pirriaturi minatore, cavatore di pietra, che lavora in miniera  
Pirricana il membro maschile  
Pirriciuciu il ciuffo femminile
copricapo dalla forma strana ed appuntita
simbolicamente: il membro maschile
 
Pirtusiddu piccolo buco  
Pirtusu
  
buco, foro (a pirtusu fattu = agevolmente) 
Pýzzichi e vasi nun fannu pirtusa
Ogni pirtusu havi lu so' chiovu, cu' l'ha vecchiu e cu' l'ha novu
(Ognuno ha i propri guai, pensieri, problemi)
 
Pisari generico per trebbiare (il grano nell'aia coi muli)
pesare (Pisa giustu e vinni caru)
Pisari cu la statýa = esaminare una cosa grossolanamente poichŔ la statýa non Ŕ esatta come una bilancia
Sp. Pisar
Piscialasini si dice di persona stupida
specie di cardo selvatico
 
Pisciari orinare, pisciare
Pisciari fori di lu rinali = fare una cosa diversa dagli altri, distinguersi
Pisciarisi di 'ncoddu = Impaurirsi
'o pisciari ti nn'adduni = Capirai al momento opportuno
pisciari sangu = avere sofferenze inenarrabili
Lat.  pyxiare=evacuare liquidi    
Pisciazza urina Lat.  pyxiata
Pizzicuni pizzicotto
Tanti pizzicuna fannu li carni niuri = tante cose piccole ne fanno una grande
Pýzzichi e vasi nun fannu pirtusa
 
Pizzinu bigliettino, piccolo pezzo di carta con appunti (vedi biglýattu)  
Pizzipiturru Arrogante, strafottente  
Pizzola, Pizz¨alu terreno accidentato (andare pizzola pizzola)  
Pizzucu pezzo di legno piantato a terra per legarvi le bestie  
Posparu, fosfaru cerino  
Pranzu
  
pranzo, il desinare
Cu' china havi la panza, a tavula nun pranza
 
Prena piena, incinta  
Prescia premura  
Pribenna scorta, rendita  
Prisaglia piccola fune che lega e stringe le bisacce
In senso metaforico, gli attributi maschili
 
Projiri Porgere una cosa
Projiri timpulati (vastunati) di santa raggiuni = Darle di santa ragione
 
Prummintýu che promette bene, essere in anticipo, primizia  
Pruviglia cipria, borotalco  
Pruvulazzu polvere, terra arida e leggera che si leva per aria
Addivintari pruvulazzu = diventare polvere, morire
Pruvulazzu di jinnaru, carrica lu sularu 
(Quando a gennaio non piove si riempie il granaio)
 
Pr¨vuli polvere, polvere con cui caricare le armi da fuoco  
P¨adisa polizza  
P¨ani dopo, pi¨ avanti  
Puddicinu pulcino
Essiri lu puddicinu di la luna = essere debole
Essiri un puddicinu annigatu a l'ovu = essere malconcio
 
Pudditru puledro  
Puddizzuni parassita dei polli  
Pudýa lembo ai bordi della veste per irrobustirla 
Scutularisýnni li pudii = Lavarsene le mani 
 
Pueta poeta
Pueta, cantaturi e pincisanti, sira e matina campanu scuntenti
(L'arte bella non da guadagno)
 
Pumýattu, Pumetta bottone, bottoni  
Punzýaddu pennello per dipingere (vedi pinnýaddu)  
Pupu cull'¨avu dolce tipico a forma di pupo, con dentro un uovo sodo  
Purretta pianta dal bulbo membranoso, fiori bianchi, porretta, porri
Le foglie, attorcigliate a mo' di tromba, emanano un certo suono
 
Purrýattu, Purretta escrescenza della pelle, porro, verruca  
Purritu una cosa imputridita, fradicia, andata a male  
Putýa bottega, negozio  
Puttrina petto, seno  
     
     
A B C D E  F    G H  I  J K L M  N O P Q R  S  T  U V  W  X Y    Z